Curiosità:
Un po' di storia

Sotto Prato si nasconde un tesoro etrusco che con il tempo verrà alla luce nella sua interezza

Etruschi

reperti etruschi prato

Sotto Prato si nasconde un tesoro etrusco che con il tempo verrà alla luce nella sua interezza

È in verità impressionante il constatare che, per due volte nel VII secolo a.C. e nel XV d.C., pressoché la stessa regione dell'Italia centrale, l'Etruria antica e la Toscana moderna, sia stata il focolaio determinante della civiltà Italiana (Jacques Heurgon).

Senza ombra di dubbio, gli Etruschi dai lunghi occhi, viaggiatori e commercianti giunsero a Prato e vi si insediarono.
Le testimonianze più famose ne sono derivate dai ritrovamenti dei bronzetti rinvenuti sulla vicina collina di Pizzidimonte, il più famoso dei quali, conosciuto come ‘L'Offerente’, è conservato al ‘British Museum’ di Londra.
Ma, l’acquisizione scientifica di grandissimo rilievo è a Gonfienti, località poco distante da Prato.

A Gonfienti, i lavori per la costruzione dell’Interporto della Toscana Centrale, hanno portato alla luce un gruppo archeologico di grande rilevanza. Una vera e propria città etrusca di intensa abitazione che dorme sotto Prato e che, con Prato, è in estrema sintonia. Infatti, Gonfienti allora e Prato ora sono città tessili come a dimostrazione di una forte continuità; di uno strano ed insolito legame tra avi etruschi e moderni pratesi.

Questo è ciò che la Prato etrusca ha portato in superficie fino ad ora, ma ancora tanta storia è da svelare. Che sotto Prato si nasconda la leggendaria Camars,città-stato del Re Porsenna?

etruschi prato
origini etrusche prato