Luoghi :
Chiese

Cappella Migliorati

Il Capitolo di San Francesco, noto come Cappella Migliorati è un ambiente nato come Sala capitolare dell’Ordine dei Frati Minori. Si trova all’interno del Chiostro della Chiesa di San Francesco ed è tra i maggiori capolavori di Niccolò Gerini. Il Capitolo fu interamente affrescato tra il 1399 e il 1400 con figure di solidità giottesca, preziose nel colore, e con storie equilibrate e minuziose.Accedere al Capitolo significa varcare un ingresso segnato da tre grandi aperture centinate per poi trovarsi nella cappella a pianta quasi quadrata coperta da una splendida volta a crociera con costoloni, impostata su pilastri angolari. Rivolgendo lo sguardo alla volta, saremmo attratti dai quattro spicchi composti dalle imponenti figure dei quattro evangelisti.

Vesti dai bei panneggi e di vivace cromatismo catturano la scena risaltando su un fondo azzurro a stelle d'oro. Spostando la visuale sulla parete orientale, una vasta lunetta ospita la Crocifissione; la scena più grandiosa. Questa, ispirata all’ “Albero della Croce” di Taddeo Gaddi, è una forte elaborazione intellettuale, messa in pittura, sul dramma della passione. Lo spettatore è catturato dalle varie scene presenti che sembrano essere su più livelli di profondità. Al centro, isolata e quasi a chiusura dell’affresco, una composta Maddalena sembra sostenere la Croce.

Sulla parete destra, con cura analitica ed equilibrio, sono affrescate le storie di San Matteo. Lo sguardo qui sarà colto da effetti di eleganza e preziosità che diverranno subordinati alla chiarezza e alla minuziosità espositiva. Caratteristiche, queste ultime, presenti anche nella narrazione pittorica delle storie di Sant’Antonio Abate presenti sulla parte tagliata dal campanile. Completando il viaggio pittorico della Cappella Migliorati e rivolgendo lo sguardo alla parete di ingresso, una lunetta ospita finte nicchie coi santi.