Luoghi di Prato:
Teatri e non solo

Dove rinasce il Teatro

Teatro Fabbricone

spazio teatrale fabbricone

Dove rinasce il Teatro

Lo spazio teatrale, situato a pochi passi dal centro cittadino, è stato ricavato da un’originale struttura, risalente al 1947, dell'ancora più risalente indietro nel tempo stabilimento industriale Fabbricone (1888), nervo centrale dell’economia tessile pratese. Attualmente, il Fabbricone é una delle quattro sale della Fondazione Teatro Metasasio. Le altre tre sono l'omonimo Teatro Metastasio, il Fabbrichino ed il Teatro Magnolfi (piccolo scrigno di 99 posti, ricavato in una ex dimora conventuale). La prima volta del Fabbricone come spazio teatrale innovativo fu il debutto dell’Orestea, pièce del 1974, diretta da Luca Ronconi nell'ambito di quel Laboratorio di Prato che avrebbe segnato l’inizio di un’esperienza scenica alternativa al tradizionale teatro all’italiana, esperienza capace di esser d'insegnamento ancora oggi - a quarant'anni di distanza.

Negli anni, la ricerca, la sperimentazione e la modernità più classica hanno caratterizzato la politica di programmazione stagionale degli spettacoli ed hanno reso il Fabbricone un punto di riferimento del rinnovamento drammaturgico nel panorama nazionale ed internazionale.

Molte le produzioni di rilievo. Oltre agli allestimenti del già citato Ronconi, si ricordano quelli di Carlo Lizzani, Massimo Castri, Peter Brook, Andrzej Wajda, Tadeusz Kantor, Otomar Krejca, Anatoli Vasil’ev e Thierry Salmon.

Nel 2000 sono stati decisi lavori di ristrutturazione - su progetto dell’ingegnere Francesco Stopaccioli - finalizzati a mantenere ben visibile, tramite la ricostruzione dell’ambiente industriale, il legame con le origini manifatturiere dello stabile e quindi con Prato.

Per saperne di più:
www.metastasio.it/it/informazioni/fabbricone

sala teatro fabbricone prato
spettacoli fabbricone prato


Potrebbe interessarti anche:

sala teatro fabbricone prato

Fabbricone Da fabbrica a luogo di sperimentazione e ricerca

Vai alla Pagina