Nuova Prato:
Rigenerazioni urbane

Un progetto per la riapertura dei fondi sfitti

POP-UP LAB

Pop Up Lab è un laboratorio progettuale che intende promuovere la sicurezza e contrastare il degrado nelle aree urbane mediante innovative strategie di rigenerazione urbana, economica e sociale. Il progetto si basa sulla riapertura temporanea e sperimentale degli spazi commerciali sfitti che purtroppo costellano in numero significativo le strade di molti centri storici. Attraverso il coinvolgimento di diversi soggetti – istituzioni locali, proprietari dei fondi sfitti, nuove imprese, commercianti e associazioni – Pop Up Lab punta a costruire le condizioni affinchè, una volta esaurito il periodo sperimentale, gli spazi riaperti possano ospitare stabilmente nuove attività, contribuendo così non solo al rilancio della rete commerciale ma più in generale alla riqualificazione delle aree urbane interessate.

Come funziona?

1. La mappatura dei fondi sfitti di via del Serraglio
Dopo aver individuato l'area su cui concentrare la sperimentazione (il Comune di Prato ha scelto via del Serraglio e via Guizzelmi vista l'urgenza di invertire la tendenza che da tempo le sta interessando) si procede alla mappatura dei fondi commerciali sfitti, chiedendo ai proprietari di mettere a disposizione i loro spazi per un periodo sperimentale di tre mesi.


2. La call for ideas
Una volta acquisita la disponibilità degli spazi, viene lanciata una call for ideas finalizzata a selezionare attività commerciali, artigianali, imprese e start-up che andranno ad insediarsi gratuitamente per tre mesi (tra la fine di settembre 2017 e l’inizio di gennaio 2018) negli spazi riaperti. Ad essere premiate nell’ambito della selezione saranno le idee progettuali capaci di distinguersi soprattutto per la qualità delle produzioni o dei servizi offerti e per la possibilità di insediarsi stabilmente negli spazi riaperti una volta terminata la sperimentazione.
In fondo a questa pagina è possibile scaricare il bando.

3. Il coinvolgimento della rete commerciale esistente
Il progetto prevede inoltre il coinvolgimento dei soggetti già attivi sul territorio (associazioni, categorie economiche, ecc.) a partire, naturalmente, dai commercianti di via del Serraglio.

4. La riapertura degli spazi e l'animazione dello spazio pubblico
Per valorizzare al massimo questa sperimentazione, il Comune di Prato mette in campo una serie di azioni: dalla previsione di procedure autorizzative semplificate alla collaborazione con il Design Campus per l'allestimento degli spazi, dalla realizzazione di interventi di arredo urbano alla animazione dello spazio pubblico durante tutto il periodo di riapertura (sollecitando le nuove attività stesse a prevedere iniziative di coinvolgimento della popolazione).

Un approfondimento in più