Tipicità:
Prodotti artigianali

Il prodotto tradizionale dell'industria pratese

Il cardato

Lana di Prato

Il prodotto tradizionale dell'industria pratese

Per 'cardato' si intende un tessuto di lana composto da filati grossi e pelosi, particolarmente caldi e con pesantezze medio alte, che lo rende ideale per la stagione invernale.
Il tessuto cardato è il prodotto tradizionale e principale dell'industria pratese dalla metà dell'Ottocento fino alla metà del Novecento, soprattutto nella sua versione 'rigenerata'. Questa fibra è ottenuta dal recupero di vecchi indumenti e scarti di produzione destinati ad essere nuovamente filati e tessuti.

Fin dalla sua diffusione, la rigenerazione della lana ottenne grande successo, abbattendo i costi della materia prima e del processo e fece nascere una nuova figura professionale, quella del cenciaiolo che, con l’esperienza e la sensibilità al tatto, riusciva a classificare le fibre in maniera sempre più accurata.

Nel secondo dopoguerra Prato divenne il centro di raccolta di stracci più importante e specializzato su scala internazionale: degli enormi volumi di stracci che invadono i magazzini più della metà riprendono la via dell’estero dopo essere stati classificati e imballati.

Il tessuto cardato è ancora oggi protagonista della produzione perchè si presta a lavorazioni creative e sempre diverse (filati fantasia, mix di colori) e la lana rigenerata desta nuovo interesse per essere una fibra con grande sostenibilità ambientale visto che riutilizza scarti tessili che, se non impiegati in questo modo, diventerebbero rifiuti.

Cardato di Prato
Lana cardana Prato